Home/

Spedizioni internazionali

Tariffe doganali, franchigie e dazi: tutto ciò che devi sapere per spedire la tua merce

Un spedizione verso un paese estero presuppone i medesimi passaggi che completate per il territorio nazionale: contattate il corriere, preparate la merce impacchettandola per bene, consegnate e attendete conferma di ricezione (magari tenendo traccia del pacco stesso). Eppure c'è una differenza di sostanza burocratica che sembra complicare non poco, ovvero la dogana: vuol dire avere a che fare con documenti relativi al contenuto, essere a conoscenza delle restrizioni per tipologie di merce, “impattare” in tariffe doganali, franchigie e dazi.

Questa discriminante però non opera in tutti i contesti “esterni” all'Italia. Spedire all'interno dell'Unione Europea o al di fuori presenta un'ulteriore differenza, dato che mentre per i paesi UE vige la libera circolazione e bastano un paio di documenti, al di fuori di quell'area si entra nel budello burocratico della dogana, con annesse problematiche inerenti.

Cresce magari il numero di documenti da allegare, cambiano limiti e restrizioni, dazi e tariffe si sommano fra loro, non c'è praticamente mai la stessa situazione fra un paese e l'altro. Senza contare che, per ovvi motivi di distanza (e di costi accessori generalmente coperti nel prezzo finale), spedire con corriere all'estero viene a costare decisamente di più.

Tariffe doganali, franchigie e dazi: il fattore dogana

La dogana è un ente pubblico che controlla le merci e le persone in entrata e uscita dallo stato cui fa riferimento. Riferendoci al solo aspetto merceologico, ovvero quello che più ci interessa, notiamo come il compito dell'ente sia quello di evitare l'ingresso e la fuoriuscita di oggetti proibiti, illegali o potenzialmente pericolosi: armi, cibi deperibili, liquidi infiammabili, ecc (per saperne di più leggete l'articolo “Cosa si può spedire all'estero”).

La dogana italiana lavora, come spiegato, con viaggi e spedizioni al di fuori dei paesi UE, in entrata e uscita. Nei suoi uffici viene utilizzato un sistema di codici, il TARIC, capace di catalogare e identificare ogni oggetto, tramite il quale i funzionari possono comprendere se la circolazione di una merce spedita è consentita. A quel punto o si blocca o si applicano tariffe doganali, franchigie e dazi.

Da paese a paese le procedure e i costi di differenziano ovviamente, in alcuni casi anche in maniera notevole a causa delle diverse normative vigenti. Per approfondire a livello conoscitivo vi invitiamo dapprima a consultare il sito dell'Agenzia Dogane e Monopoli e in seguito la banca dati della Commissione europea relativa all'accesso ai mercati.

Analizzando in linea generale tutta la vicenda inerente la dogana e le sue implicazioni è importante accennare tre fatti:

  1. La maggior parte degli stati europei e gli Stati Uniti hanno automatizzato e semplificato, grazie anche ad accordi commerciali e con gli stessi spedizionieri, i controlli, rendendo più rapidi e meno onerosi i processi. Una situazione che per alcuni comparti sta iniziando a sgretolarsi a cause delle recenti politiche conservazionistiche.
  2. Nel complesso le economie emergenti o le neo-potenze mondiali quali la Cina richiedono una mole documentativa maggiore e i controlli alle frontiere risultano più lenti e in alcuni casi onerosi.
  3. La vostra azienda che necessita di spedire all'estero (ma è un vantaggio anche per l'utente privato) può però godere di un supporto normativo e semplificante grazie al servizio offerto dal corriere con cui ha scelto di collaborare.

Analizziamo ora nello specifico cosa si intende quando si parla di tariffe doganali, franchigie e dazi.

tariffe doganali franchigie e dazi_2

Tariffa Doganale

La tariffa doganale è definibile come un elenco di tutte le merci, beni, prodotti della natura e materie prime. È suddiviso in sezioni relative alle diverse categorie, ognuna di esse contraddistinta da un codice o voce doganale.

A sua volta la voce doganale è composta da 3 “elementi”:

  • Descrizione merceologica
  • Elenco delle restrizioni all’importazione e all’esportazione
  • Elenco dei tributi e delle aliquote applicabili

Franchigie

La franchigia si ha quando le merci vengono importate senza pagamento degli oneri doganali. L'esenzione dal pagamento avviene in seguito a determinate norme e condizioni più o meno particolari, ecco una casistica generale.

  • Importazione di merci destinate a sedi diplomatiche, uffici statali, società e organismi internazionali senza scopo di lucro (come UNICEF), ONLUS riconosciute dallo stato italiano, Forze Armate, contingenti militari stranieri nelle basi NATO.
  • Importazione di effetti personali appartenenti a cittadini stranieri non residenti nell’Unione Europea che prendono la residenza sul territorio nazionale.
  • Importazione di effetti personali appartenenti a cittadini italiani che riprendono la residenza sul territorio nazionale dopo un periodo di permanenza fuori dall’Unione Europea
  • Importazione di effetti personali a seguito di colui che viaggia, ovvero tutto ciò che un soggetto trasporta durante un limitato periodo di soggiorno in Italia e che riporta con sé al momento di lasciare il paese
  • Attrezzi e strumenti necessari per l’esecuzione di lavori sul territorio nazionale per il tempo necessario alla conclusione degli stessi.

Dazio

Il dazio è il tributo che viene riscosso dalla dogana. In genere viene calcolato secondo le normative del paese di transito tramite l'applicazione di una percentuale del valore della fattura (ad valorem) o tramite una quota basata sull'unità di misura (numero di pezzi, litri, kg, ecc). Si tratta di calcoli abbastanza complessi in realtà dato che sono numerosissime le categorie e sottocategorie di prodotti.

I dazi doganali sono richiesti solo per le spedizione dirette verso stati al di fuori della UE, o provenienti dai medesimi. Sono sempre IVA esclusa e vengono addebitati al destinatario prima della consegna.

Aumentare le performance della tua azienda

Categorie: Spedizioni internazionali

Il team di Spedire.com

Il team di Spedire.com

Spedire.com è la compagnia di spedizioni online più grande in Italia che conta più di 100.000 clienti serviti e 500.000 visitatori online al mese. I nostri clienti apprezzano il nostro servizio così tanto che ci hanno lasciato più di 1.400 recensioni positive con una percentuale di soddisfazione del 98%.

Previous post

Next post

    New call-to-action
    New call-to-action
     

    Iscriviti alla Newsletter
    del blog di Spedire.com

    Riceverai subito un buono
    sconto del 10% per la tua
    prima spedizione su Spedire.com.

    Guida alla tua prima
    spedizione online

    Vuoi iniziare a spedire online ma non sai da dove iniziare?
    Se vuoi spedire i tuoi pacchi in Italia o all’estero in modo semplice e veloce la nostra guida ti accompagnerà in tutto il processo di spedizione.

     SCARICA LA GUIDA